COMMENTI DEI LETTORI (Gabriella Spadaro) 8

Gabriella Spadaro, con il suo commento, mi ha emozionata. E tanto. Così tanto che mi ha davvero cambiato la giornata (e non è cosa da poco).

PICCOLA La luce giusta cade di rado - copertina
La luce giusta cade di rado

Il suo commento al mio romanzo è talmente bello che sento di non meritarlo fino in fondo… ma la ringrazio di cuore. Questa è una di quelle recensioni che devo rileggere per farmi coraggio quando ho bisogno di una iniezione di fiducia in me stessa!

Leggo raramente scrittori italiani. I miei preferiti sono Brizzi ed Augias. Le poche volte scrittrici italiane che ho incontrato sulla mia strada mi hanno delusa, nelle loro parole traspariva autocompiacimento. Stavolta no, l’invito ad un evento FB, la presentazione di un libro, fu come un fulmine a ciel sereno, vidi il libro e lo desiderai immediatamente, amore a prima vista. attendevo me lo spedissero ma tardava ad arrivare ed il mio pensiero era sempre lì. Quando giovedì scorso lo ebb, finalmente,i in mano lessi le prime 30 pagine in dieci minuti. Lasciai da parte ogni altra cosa ed avrei voluto fermare il tempo per non dovermene staccare, da quelle pagine e dai personaggi che già in poche parole mi avevano accolto, o forse avvolto; era il libro che non ti aspetti. In quelle prime immagini era stato fermato il momento della creazione, l’attimo che a volte ci travolge davanti all’opera d’arte. L’illuminazione, quella che ispira l’artista o ci colpisce improvvisamente osservando qualcosa che è sempre sotto i nostri occhi e non vediamo, era descritta con una precisione da lasciare senza fiato. “La luce giusta cade di rado; è proprio così! In queste parole è racchiusa la descrizione del momento dell’atto creativo. Poche pagine bastano per essere catturati da un libro che potremmo leggere in poche ore ma che in realtà ha bisogno di tempo, il tempo che ognuno di noi necessita per incontrare e conoscere l’altro. Ecco cosa ho amato, l’attenzione alle persone, la cura e la delicatezza con cui i personaggi vengono messi a nudo raccontandosi in prima persona o raccontati dagli amici di infanzia con tutto l’amore ed il disagio che ognuno di noi prova quando ha lasciato qualcosa in sospeso. E quando il racconto passa in terza persona i personaggi sono ormai parte di te e vorresti proteggerli ed aiutarli e forse per questo avrei voluto non finisse mai, per poter tenere con me il libro nell’illusione di poter proteggere Miro ed Asia e tutti gli altri da se stessi. Avrei voluto gridare di fare attenzione, di non farlo, di non mettersi in certe situazioni, che non ne valeva la pena, ma è come quando lo dicono a te, a volte ascolti ed altre no. Nessuno ti può aiutare se non lo vedi da te, se la luce giusta non cade al momento opportuno.

IL LIBRO SI ORDINA QUI OPPURE SU IBS O, PER LA VERSIONE EBOOK, SU AMAZON O QUI.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...